AQS 2005 italiano

 

Programma di catalogazione, analisi, studi statistici, stampa, dei quadranti solari. Il programma è stato sviluppato in collaborazione con l’Unione Astrofili Italiani, ma è disponibile una ulteriore versione in inglese (con alcune differenze) destinata ad alcune associazioni gnomoniche straniere.

 

 

 

 

Download: aqs2005.zip

AQS95 F.A.Q.: Apri il documento

 

ESTRATTO
E’ stato ultimata la nuova versione di Aqs 2005 destinata all’elaborazione dell’archivio quadranti solari Italiano dagli utilizzatori di sistemi Windows (95, ME, 2000, NT, XP). Tale archivio e’ COMPLETAMENTE COMPATIBILE ed INTERSCAMBIABILE con Aqs per Dos (di analoga versione) introducendo inoltre ulteriori funzionalita’ di: ricerca, statistica, stampa, visualizzazione, mappature, etc..

AQS2005 per Windows Ver. 4.5

Cosa Cambia rispetto alla versione 4.2c:
– Correzione errore visualizzazione .jpg (per sistemi windows 2000 e XP)
– Allegati + files apribili anche doc, xls, pdf, ppt, mdb, htm, dxf, files grafici, etc…
– stampa lista completa o parziale (si trova nella schermata di cerca)
– Inserire logitudine e latitudine in ” (d’arco)
– Mappe Italiane

DOCUMENTAZIONE:
* per chi desiderasse conoscere i particolari tecnici della compilazione dell’archivio con tutte le definizioni di catalogazione, è necessario legga il seguente files compresso ma in formato word 2.0_ AQSMAN42.ZIP
* per chi inoltre dovesse provvedere alla riconversione del proprio archivio da un qualsiasi formato al formato AQS questo è il tracciato dei record necessario, in formato Excel 5.0_ AQSREC42.ZIP
* per chi vuole essere sicuro di eseguire l’installazione correttamente scaricate Cose da fare Passo-Passo_ STEPIT

INTRODUZIONE

Finalmente esiste un programma italiano per la catalogazione dei quadranti solari del nostro territorio, standardizzato e comunque comune a tutti gli gnomonisti italiani, mi riferisco in particolare al programma AQS realizzato dal volenteroso ed abile sig. Garetti del Gruppo Quadranti Solari di Milano.
Come ammesso dallo stesso sig. Garetti, questo non è sicuramente il programma migliore e completo che si poteva avere per la catalogazione, ma forse il miglior compromesso fra le esigenze di tutti i catalogatori e dei cataloghi informatizzati già esistenti, ancora da affinare, ma comunque un primo passo da cui partire tutti.
Da molte voci ed anche dal sottoscritto, è stata sentita subito l’esigenza di aggiunte ed arricchimenti per permettere una catalogazione più accurata e precisa soprattutto per chi usare il più comodo ed iterativo ambiente windows.
Per questo motivo, fra me e Garetti è sorto il desiderio di creare qualcosa che pur restando PERFETTAMENTE e COMPLETAMENTE compatibile con AQS per Dos e si evolvesse di comune accordo con lo stesso, permettesse anche ai sempre più numerosi utilizzatori di sistemi Windows di poter utilizzare un programma più versatile e comunque con molte più funzionalità non in contrasto con AQS per Dos.

AQS2005 ver. 4.5

Il programma funziona su tutti i Personal Computer con sistema operativo Windows 95 o Windows NT. Gli utilizzatori del programma qui illustrato devono essere in possesso delle necessarie licenze. I realizzatori del programma non sono responsabili dell’uso improprio dello stesso o dell’uso non autorizzato di Windows.

PER GLI UTENTI DEL PROGRAMMA AQS 4.1 per DOS

Chiunque fosse preoccupato di non poter utilizzare contemporaneamente Aqs per Dos ed Aqs95 è invitato a tranquillizzarsi perché i due programmi sono completamente intercambiabili e perfettamente compatibili nella gestione dell’archivio; l’unica accortezza da rispettare consiste nell’utilizzare sempre, e questo vale anche per il futuro, le versioni corrispondenti per windows e per Dos.
Con la versione 4.5 purtroppo il sistema Dos è diventato obsoleto e non verrà più implementato.

INSTALLAZIONE

Il programma dispone di una installazione completamente autoguidata, sarà sufficiente quindi lanciare da windows 95 SETUP.EXE per iniziare le suddette operazioni.

CONVERSIONE DEI VECCHI ARCHIVI

Attenzione Aqs95 è in grado di leggere solo gli archivi dalla versione Aqs 4.0 per Dos in poi, non è previsto quindi l’inserimento di una tale possibilità, perché tale programma deve essere esclusivamente di supporto alla versione per Dos; per tale motivo non verranno mai implementate sotto windows95 le routine per le manutenzioni delle tabelle, delle province e dei comuni.

MENU PRINCIPALE

Iniziamo con l’analizzare la schermata di programma principale, nella tipica interfaccia di windows95; le voci di menu saranno quindi esclusivamente le seguenti:

FILE: Crea Archivio, Carica Archivio, Salva Archivio, Chiudi Archivio, Previsione di Stampa, Stampa, Setup Stampante, Esci dal programma.
DEFINISCHI: Seleziona la Cartella dove sono immagazzinati i File di Testo, quella dove trovare i file Grafici e quali sono i dati del compilatore del catalogo attivo.
OPZIONI: Riordina Archivio, Aggiungi un archivio ad un’altro, Duplica un Archivio, Esporta una copia dell’ archivio in formato DBF (Solo per visione su altri programmi).
QUADRANTI: Carta d’identità del quadrante selezionato, statistiche sull’archivio e ricerca sull’ archivio.
SCHERMO: Riposiziona la finestra di archivio e Aggiorna la finestra stessa.
?: Notizie sull’Ultima Versione di AQS95 e Help in linea di AQS95 (non ancora disponibile).

 

All’entrata in AQS95 se si osserva la schermata principale, non tutte le voci sono subito disponibili (almeno sino a che non si crea o carica un archivio) inoltre le operazioni più importanti sono accessibili anche attraverso i tasti posizionati sotto il menu principale.

OPERAZIONI SUGLI ARCHIVI

Questa descrizione si riduce esclusivamente a illustrare le operazioni che avvengono in modo sostanzialmente diverso rispetto al programma Aqs per DOS.

Supponiamo di aver CREATO o CARICATO un archivio Aqs, a questo punto apparirà in alto a destra il numero di quadranti contenuti nell’archivio ed all’interno della finestra principale la lista completa di tutti i quadranti solari contenuti nell’archivio selezionato.

Per muoversi sulla lista si potrà agire sui tasti cursore o con il mouse che permetteranno si potra’ inoltre aggiungere (+) o togliere(-) un quadrante dall’archivio.

Il quadrante selezionato apparirà sempre indicato da una freccia posta sulla sinistra della lista e se si lavora con il mouse sarà anche evidenziato in colore più scuro.

La RICERCA VELOCE ci permette di trovare una ricorrenza di caratteri dal comune della lista successivo a quello corrente, così ad esempio se cerco tutti i quadranti nei comuni che contengono questi caratteri ‘ONA’, sarà sufficiente inserire tali caratteri nella sezione relativa posta a destra dei tasti per spostarci nell’archivio e quindi premere ->, in tal modo il programma evidenzierà e si posizionerà sul primo quadrante con questa ricorrenza del comune ospite (se esiste).

Se ora in Aqs95 si desidera MODIFICARE o VISIONARE tutti i particolari di un quadrante sarà necessario: evidenziarlo e cliccarlo 2 volte col mouse, selezionare la relativa voce dal menu Quandranti, oppure premenre il tasto ‘Dati‘ in alto al centro.

Una nuova finestra si apre sullo schermo contenente i soliti i tasti di spostamento nell’archivio e di ricerca rapida sul comune posti nella fascia in alto, inoltre la finestra sarà divisa in 5 sezioni contenenti tutti i dati dell’archivio AQS cosi suddivisi: Posizione, Tipo di Quadrante, Altre notizie censite, Motti e Note, Descrizione e Foto.

 

Su questa schermata si potranno AGGINGERE (+) o TOGLIERE (-) interi quadranti, ed inoltre modificare o semplicemente visualizzare i dati del quadrante corrente.

Fino a questo punto è stato illustrato quanto necessario per l’elaborazione dell’archivio AQS, e benchè in modo diverso e più semplice, si comporterà esattamente come il programma AQS per Dos. Non mi dilungherò quindi nella descrizione delle operazioni di inserimento dei dati, che può avvenire in modo diretto agendo con il mouse, ad esempio quando si deve scegliere fra più opzioni possibili, oppure immettendo i dati da tastiera come ad esempio il nome del realizzatore.

NUOVE FUNZIONALITA’

Il programma per windows 95 inoltre possiede uteriori utili potenzialità pur rimanendo perfettamente fedele e compatibile allo standard AQS definito per Dos.

Breve descrizione delle nuove possibilità offerte:

CERCA (tasto in alta a destra delle finestra principale di programma):

Una delle cose di cui il sottoscritto ha sentito sin dall’inizio maggior bisogno era un sistema di ricerca particolareggiato ed efficiente per statistiche o soddisfare semplici curiosità, attivando quest’opzione si accede ad una finestra di programma completamente dedicata alla sezione di ricerca.

La ricerca si può fare su una o più delle seguenti voci combinate: Comune, numero di Catalogo Provinciale, Accesso, Collocazione, Stato di Conservazione, Valore estetico, Valore Storico, Funzione, Tipo Ora, Tipo Superficie e Tipo Gnomone.

Si possono fare quindi le seguenti scelte:
1- Cercare (e/o stampare) tutti quei quadranti che posseggono le caratteristiche selezionate;
2- Cercare (e/o stampare) tutti quei quadranti che NON posseggono le caratteristiche selezionate (XOR).
3- Cercare e visualizzare il primo quadrante che possiede le caratteristiche selezionate;
4- Cercare e visualizzare il primo quadrante che NON possiede le caratteristiche selezionate.

STATISTICHE (tasto in alta a destra delle finestra principale di programma):

Anche le statistiche sono state arricchite e rese più immediate con la possibilità di stamparle su carta in un apposita scheda.
La finestra relativa divide le statistiche su 6 pagine indipendenti cosi riassumibili: Generale, Collocazione/Superficie/Gnomone, Funzione, Sistema Orario, Stato di Conservazione, Valore e Età.

Ogni pagina oltre a racchiudere i valori delle statistiche, permette anche di visualizzare i dati su diversi tipi di grafici bi e tridimensionali, di modo da dare immediatamente un’impressione visiva dei risultati ottenuti; questo si può ottenere premendo con il mouse il pulsante relativo al grafico desiderato.
Nella versione 4.5 la parte grafica delle statistiche è stata eliminata.

DESCRIZIONI (Finestra: Dati Particolareggiati, Pagina: Descrizioni e Foto):

Spesso è utile avere la possibilità di aggiungere del testo di corredo e di completamento a ciascun quadrante, questa opzione ovviamente non era presente nella versione Dos di Aqs, ma il desiderio di non gettare parte di un archivio personale mi ha spinto, dopo essermi consultato con Garetti (realizzatore di AQS per Dos) ed aver saputo che questo era già stato richiesto da altri ed era stato preso in considerazione come uno sviluppo futuro, ho deciso di permettere ad Aqs95 di leggere ben 2 file di testo che potessero consentire di raccogliere informazioni supplementari.

Premendo il tasto relativo alla DESCRIZIONE si accede ad un file di testo (se già esiste, altrimenti permette di crearlo) che contiene tutte le informazioni inerenti la storia, i riferimenti bibliografici e particolari che il catalogatore vuole evidenziale, tale file può essere solo letto oppure modificato e completato come in qualsiasi elaboratore di testi, è necessario comunque salvarlo prima di uscirne per imprimerne le modifiche.

Analogamente funziona il tasto SCRITTE che apre un file destinato a contenere una descrizione artistico architettonica del quadrante, eventuali motti, tutte le scritte, i segni, le forme ed i colori.

Ogni quadrante può avere da 0 a 2 file di testo collegati, nominati (ATTENZIONE) con il nome dell’archivio provinciale seguito da una lettera A oppure B se si tratta del file di descrizione o delle scritte, più l’estensione .TXT.

Tale nome viene generalmente creato da Aqs95, ma se si devono adattare dei file esistenti le possibilità offerte sono 2:
– Si possono rinominare i file con il nome sopra indicato per permetterne il riconoscimento da parte di AQS95 come Descrizione di un quadrante;
– Si possono fare operazioni di copia incolla dal nostro file a quello di testo di Aqs95 (appena creato), ricordandosi poi di salvarlo.
Appare evidente che le possibilità offerte da questa sezione, che non influisce minimamente sullo standard dell’archivio AQS, richiedono necessariamente per poter funzionare correttamente che ciascun quadrante possegga un suo numero identificativo di catalogo provinciale diverso da quello degli altri quadranti.

Tutti i file di testo possono essere raccolti in un’unica cartella del supporto (CD,HD,FD etc…), per fare in modo quindi che i dati siano disponibili a Aqs95 in fase di lettura di un archivo provinciale è necessario selezionare la cartella di deposito attraverso la voce del menu principale della finestra principale DEFINISCI->TXT Directory.

IMMAGINI (Finestra: Dati Particolareggiati, Pagina: Descrizioni e Foto):

Uno dei desideri del sottoscritto nelle realizzazione del suo catalogo provinciale era quello di creare un CD ROM contenenti tutti i dati dei quadranti solari catalogati unitamente ai testi relativi ciascun quadrante ed eventualmente di tutte le fotografie in formato digitale del quadrante stesso.
Per far questo, sempre nel rispetto del sistema di catalogazione Aqs, il programma Aqs95 è stato dotato anche di un sistema di visualizzazione delle immagini (se presenti) in formato JPG per windows.

FORMATO ARCHIVIO PROVINCIALE

Ricordiamo che il numero di Archivio Provinciale è composto da 2 campi uno alfanumerico, di 3 caratteri e l’altro numerico di 4 caratteri.

Tutti i quadranti solari appartenenti ad un medesimo affresco, o quelli con gnomone multiplo catalogati distintamente, devono avere gli stessi 4 numeri di cat. provinciale ed inoltre il terzo carattere alfanumerico deve essere un numero progressivo da 0 a 9.

Adottando questo formato, le immagini digitalizzate dei nostri quadranti solari dovranno assumere determiati nomi per poter essere correttamente letti da Aqs95, meglio comprensibili seguendo un esempio, num. Di catalogo DB0 0123, allora:

DB sono ad esempio le iniziali di colui che ha fatto il censimento;

0 è il numero progressivo (resta 0 se la parete e’ occupata da un solo quadrante solare) corrispondente al numero di quadrante di una parete con più quadranti;

0123 è il numero progressivo del catalogo provinciale (assegnato arbitrariamente);

Il nome di tale quadrante sarà: DB0012301.JPG;

01 e’ la prima fotografia del elenco riguardante il quadrante DB00123 (Attenzione: W95 permette di avere nomi di files lunghi, quindi questa opzione puo’ essere usata solo sotto W95. I numeri aggiungibili sono opzionali e possono essere sia in ordine crescente da 0 a 1000 oppure (meglio) nel formato 001,002, etc… 999 (o solo) 00,01,02,…99. Non ci sono limitazioni neppure sul numero di foto per ogni quadrante se non in termini di spazio occupato su disco.
Il nome di tale quadrante sarà: DB0012301.JPG.

In questo modo premendo il tasto relativo a DIAPOSITIVE si accede ad una lista di immagini che riguardano il quadrante selezionato e a quelle che riguardano anche i quadranti posti sulla stessa superficie su cui è tracciato tale quadrante.

Ricordo infatti che spesso si possono trovare più quadranti legati da uno stesso affresco, oppure quadranti multipli con più gnomoni, in questo modo è possibile accedere a tutte le immagini relative un determinato sito catalogato su più schede.

Selezionando quindi ciascuna immagine potremo vederne una riproduzione rimpicciolita e premendo il relativo tasto, una in dimensioni naturali o tali da poter essere visualizzata completamente all’interno dello schermo.
Le immagini possono essere visualizzate ma non manipolate o modificate.

STAMPA:
Anche la stampa mostra alcune novità interessanti, selezionato infatti il quadrante interessato, mediante le voci di menu FILE->STAMPA->….. è possibile rispettivamente stampare su carta la scheda relativa, la scheda di descrizione (contenente il primo file .txt) e la scheda delle scritte (contenente il secondo file .txt); se si vuole invece vedere una previsione della stampa prima di procedere si deve selezionare la voce di menu FILE->PREVISIONE STAMPA.

E’ interessante notare che le funzionalità di windows95 permettono di stampare delle schede completamente personalizzate esattamente identiche alle schede standard fornite dall’ Archivio Quadranti Solari dell’ Unione Astrofili Italiani. Inoltre per le statistiche, le stampe delle liste di quadranti e le stampe dei file di testo, il programma Aqs95 provvederà a stampare i dati relativi inserendoli in facsimili della scheda base dell’archivio nazionale, di volta in volta, opportunamente modificate per ciascuna particolare esigenza.

AGGIUNTE DELLA VERSIONE 4.5

FILE ALLEGATI
Già nella prima versione per Windows del programma c’era l’opzione supplementare di poter associare dei testi a ciascun quadrante con le modalità descritte nella sezione “FORMATO ARC.PROVINCIALE TESTI ALLEGATI PERSONALIZZATI E FOTOGRAFIE”, rimaneva però il problema di far diventare l’archivio un archivio integrale di tutte le informazioni raccolte e relative su ciascun quadrante solare.
Per far questo è necessario poter leggere qualsiasi tipo di allegato realizzato con qualsiasi programma. AQS è stato quindi dotato di una sezione (nella stessa schermata della sezione testi e foto) in cui è possibile visualizzare tutti i files disponibili ed associati a ciascun quadrante solare.
La modalità è la stessa già adottata per foto e files di testo: tutti i files che vengono rinominati con il nome della scheda per es. DB000034 + un numero progressivo, vengono visualizzati nella relativa sezione ed una volta selezionati aperti con il loro programma radice (per esempio un files .doc con il programma Word … ovviamente se word è installato).
Questi files devono essere copiati nella cartella TXT del relativo archivio provinciale.
AQS è già stato verificato con diversi formati ma le possibilità sono moltissime: tutti i formati di immagini, doc, xls, ppt, ppe, mdb, pdf, htm, dxf, dwg, etc…

MAPPE DI DISTRIBUZIONE QUADRANTI SOLARI

La nuova versione del programma permette anche di visualizzare le mappe di distribuzione degli orologi solari sul territorio italiano.
Le mappe disponibili sono le seguenti:
1- Tutte le provincie lombarde
2- Tute le regioni
3- Il territorio italiano
Il programma per files standard (con il nome della targa del capoluogo) proporrà la mappare relativa. Se non riconosce l’archivio provinciale come standard, è necessario, una volta attivata l’opzione mappe, la mappa prescelta.
E’ evidente che per archivi che coprono l’intero territorio nazionale è preferire come mappa l’Italia.
Nella sezione mappe è possibile visualizzare i Q.S. secondo vari criteri ed ogni volta in alto allo schermo a sinistra apparirà anche una dettagliata legenda dei colori visualizzati. Sono inoltre disponibili diversi effetti di zoom o spostamento della mappa sullo schermo.
Una opzione molto utile è certamente quella di aprire direttamente la scheda particolareggiata di un quadrante solare semplicemente cliccandoci sopra dopo aver premuto l’opzione relativa (tasto in alto a sinistra). Per fare questo però il programma ha la necessità di uno zoom minimo ottenibile solo con risoluzioni che mirino indicativamente a 1/3 di regione (se la regione è grande).
Una ulteriore opzione inserita nella documentazione raccolta su un quadrante solare sono anche la Latitudine e la Longitudine complete di secondi d’arco.
Questa scelta, sebbene dovesse entrare già a far parte di questa versione del programma è necessaria affinchè i Q.S. occupino nella cartina le corrette posizioni e non posizioni quantizzate (che differiscono di 1 primo d’arco).

CONCLUSIONI

Per il futuro prossimo ho già preannunciato alcune novità che, ricordando che dovranno coesistere contemporaneamente sempre le due versioni per Dos e per Win95, posso così sintetizzare:

– Correzione di tutti quegli errori che inevitabilmente contraddistinguono sempre le prime versioni di ogni programma (spero il minor numero possibile, e spero qualcuno mi aiuti a farlo inndicandomeli);

– Mantenimento della completa compatibilità con Aqs per Dos delle versioni nuove;

– Inserimento di un sistema di visualizzazione delle immagini in formato diverso da BMP (probabilmente TIF compresso o PNG);

– Inserimento di un file di HELP;

– Miglioramento del sistema di elaborazione dei testi descrittivi i quadranti;

– Ogni suggerimento ulteriore verrà attentamente esaminto con Garetti ed eventualmente introdotto, cercando però di fare in modo che la struttura dell’archivio non subisca sostanziali modifiche, tali da obbligare a fare programmi di conversione dei dati dalle versioni precedenti di AQS a quelle successive (come già fatto in passato), e quindi creare grossi problemi di compatibilità verso l’alto.

NOTE

Questo programma è assolutamente di dominio pubblico per permetterne la massima diffusione fra gli gnomonisti italiani e la massima compatibilità dei dati raccolti su tutto il territorio. Essendo pero’ la prima versione testata solo sull’archivio di Bergamo, si consiglia per sicurezza a fine lavoro di duplicare Archivio e gli eventuali file di descrizione di testo. BUON LAVORO.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *