Alba di Venere

 

 

Sfugge malinconico il buio, a levante
in un delicato turbinio di colori,
sboccia e arde,
la bianca rosa del firmamento.

 

Venere, fulgida dea dell’amore,
dissolvi la notte nel tuo potente sentimento,
unico, ed insaziabile fonte, dell’umana vita.

Sgorga sanguineo il sole
nel tuo affannoso inseguimento,
trafitto e’ il cuore dal suo calore
che improvviso penetra le membra
ed inebriante percuote l’anima.

Ma cos’è questa luce che lo sguardo sazia,
ma cos’è questo fuoco che i sensi ricolma,
ora non c’è più dubbio,
questo mio Sole sei tu.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi